Perchè Babbo Natale è rosso? Tradizione, Coca-cola e marketing

Tabella dei Contenuti

Perchè Babbo Natale è rosso?

A tutti prima o poi sarà capitato di farsi una domanda esistenziale. Perchè Babbo Natale è rosso? E perchè associamo questo colore a una delle feste che più amiamo, il Natale?

La figura moderna di Babbo Natale ha radici in molte tradizioni e leggende antiche. La sua rappresentazione attuale è il risultato di una combinazione di influenze culturali, religiose e commerciali nel corso dei secoli.

La figura di Babbo Natale è spesso associata a San Nicola, un vescovo di Mira del IV secolo noto per la sua generosità e gli atti di carità. La tradizione di San Nicola di Bari ha varie forme in diverse parti del mondo, come il Sinterklaas in Olanda e Santa Claus negli Stati Uniti.

Nel corso del tempo, diverse culture hanno contribuito a plasmare il personaggio di Babbo Natale. Babbo Natale è sempre stato verde o rosso?

La rappresentazione moderna di un uomo dalla barba bianca, abito rosso e cappello, è stata in gran parte influenzata dalle illustrazioni pubblicitarie della Coca-Cola negli anni ’30, create da Haddon Sundblom. Proprio quelle campagne pubblicitarie di Coca-Cola hanno contribuito a diffondere e consolidare questa immagine iconica di Babbo Natale.

La leggenda di Babbo Natale si è ulteriormente diffusa grazie a vari racconti, opere letterarie e tradizioni familiari. Diventando una figura centrale nelle celebrazioni natalizie in molte parti del mondo, la sua storia è stata arricchita di adattamenti culturali e interpretazioni. L’essenza di Babbo Natale come un’icona della generosità e della gioia durante il periodo natalizio è rimasta un elemento costante. Nelle tradizioni del nord il suo colore originale era però il verde!

Marketing visivo, il Babbo Natale Coca-Cola

Ma allora perchè Babbo Natale è rosso? Babbo Natale quindi prodotto del marketing? Sarebbe troppo forzato leggere la sua iconica figura così.

E’ vero che la connessione tra Coca-Cola e l’iconografia moderna di Babbo Natale è stata amplificata negli anni. Nel 1931, la Coca-Cola ha avviato una serie di annunci pubblicitari natalizi che presentavano Babbo Natale con un abito rosso, una cintura nera e stivali, disegnati dall’illustratore Haddon Sundblom.

Questi annunci hanno contribuito a plasmare l’immagine popolare di Babbo Natale come la conosciamo oggi. Un uomo allegro, con una lunga barba bianca e vestito di rosso. Sebbene l’immagine di Babbo Natale fosse già presente nella cultura popolare, le illustrazioni di Sundblom per la Coca-Cola hanno reso questa versione dell’iconografia natalizia ancora più pervasiva.

La campagna pubblicitaria della Coca-Cola ha contribuito a cimentare l’immagine di Babbo Natale nell’abito rosso come uno degli elementi più riconoscibili delle festività natalizie. Tuttavia, va notato che l’associazione tra la Coca-Cola e Babbo Natale non è stata l’origine della figura di Babbo Natale. Si può dire invece che ha contribuito notevolmente a diffonderne e consolidarne la rappresentazione iconica con il colore rosso. Tuttavia come vedremo tra poco, pare sia scorretto attribuire al top Brand USA la scelta del colore rosso.

La storia del colore rosso di Coca-Cola

Il colore rosso è diventato un elemento iconico per la Coca-Cola, grazie in gran parte alla sua storia di marketing e branding. Nel 1886, quando la Coca-Cola fu creata, il suo inventor John S. Pemberton la confezionò in bottiglie di vetro chiare con un’etichetta rossa scura. Volevano simboleggiare il vino di coca. Tuttavia, solo dal 1890 che la Coca-Cola iniziò ad essere venduta in bottiglie distintamente rosse.

La bottiglia di vetro contour (a forma di coca-cola) fu introdotta nel 1915. Il direttore dell’azienda, Archie Lee, voleva creare un packaging distintivo che fosse riconoscibile anche al tatto e che rappresentasse in modo unico il marchio.

Questa bottiglia iconica era di colore verde scuro. Tuttavia a causa della diffusa pratica del riempimento delle bottiglie con bevande di altri marchi, si decise di cambiare il colore per distinguere la Coca-Cola. Si scelse il rosso, un colore che richiamava la passione, l’energia e che si rivelò altamente riconoscibile e memorabile.

L’immagine di Babbo Natale vestito di rosso, creata dalla Coca-Cola negli anni ’30, ha ulteriormente consolidato l’associazione tra il colore rosso e il marchio. Gli annunci natalizi della Coca-Cola disegnati dall’illustratore Haddon Sundblom presentavano Babbo Natale vestito con i colori distintivi del marchio. Questa campagna pubblicitaria ha avuto un impatto significativo nell’affermare l’immagine moderna di Babbo Natale e nell’associare il colore rosso alla stagione natalizia e al marchio Coca-Cola. L’idea era proporre la bibita anche per la stagione invernale, visto che aveva successo come bevanda estiva.

perchè Babbo Natale è rosso

Clement Clarke Moore e il “The Night Before Christmas”

Clement Clarke Moore (1779–1863) è stato un accademico americano, professore di teologia. E’ stato un autore famoso per il suo poema intitolato “A visit from St. Nicholas” (conosciuto anche come “The night before Christmas“). In Italiano “La notte prima di Natale”. Questo poema, scritto nel 1822, è diventato un classico della letteratura natalizia.  Il poema è diventato una parte intrinseca delle celebrazioni natalizie in molte parti del mondo.

Il poema di Moore è noto per aver contribuito a plasmare la moderna immagine di Babbo Natale. Ha introdotto diversi elementi iconici legati a Babbo Natale. In particolare:

  • la sua slitta trainata dalle renne
  • l’abbigliamento rosso
  • la risata gioiosa
  • il sacco pieno di regali
  • l’usanza di salire per le camini per portare i regali ai bambini.

Colore rosso significato

Il colore rosso può assumere vari significati a seconda del contesto culturale, sociale o emotivo. In molti casi, il rosso è associato a diversi concetti:

  1. Passione ed energia: Il rosso è spesso collegato a emozioni intense come la passione, l’amore, la vitalità e l’energia.
  2. Forza e determinazione: È spesso associato a concetti di forza, coraggio e determinazione.
  3. Calore e conforto: Può simboleggiare calore, conforto e accoglienza, specialmente quando associato al fuoco o al calore.
  4. Pericolo o attenzione: In alcuni contesti, il rosso può rappresentare il pericolo o fungere da segnale di attenzione, come ad esempio nei segnali stradali.
  5. Festività e gioia: Durante le festività, il rosso può essere associato alla gioia, alla festa e alla celebrazione, come nel caso di decorazioni natalizie o di Capodanno.
  6. Potere e autorità: In alcune culture, il rosso è legato al potere, all’autorità o alla ricchezza.

Il significato del colore rosso può variare significativamente da cultura a cultura. Può anche essere influenzato dalle esperienze personali e dalle associazioni individuali di una persona con il colore stesso.

Spero questo articolo abbia fatto un po’ di luce sulla domanda del titolo “Perchè Babbo Natale è rosso?” Ma soprattutto, chiarito che per quanto diversi brand abbiano provato a attribuirsi la proprietà di Babbo Natale, questo sia impossibile.

Babbo Natale appartiene a tutti noi. Soprattutto ai bambini che vivono questa festa ancora con tutta la magia che sa trasmettere. Puntuale.
Ogni anno.
Il 25 dicembre.

 

Fonti:

Michael G. Ploog, Babbo Natale. La leggenda di Santa Claus, traduzione di Silvia Fabbri, Bologna, Alessandro, 2001

Nicola Lagioia, Babbo Natale. Dove si racconta come la Coca-Cola ha plasmato il nostro immaginario, Roma, Fazi, 2005

https://www.goodreads.com/work/quotes/3043272-a-visit-from-saint-nicholas-twas-the-night-before-christmas

Argomenti
Tag
Contattami

Leggi anche

Marketing

All Energy Glasgow 2024, in fiera con ITA Dal 13 al 17 maggio ho partecipato in Scozia alla fiera All Energy Glasgow 2024. E’ il

Leggi tutto »